Fac simile fattura

Fac simile fattura

Cosa si deve scrivere in una fattura di vendita?

L’art. 21 c. 2 del DPR 633/1972 indica il contenuto minimo obbligatorio di una fattura di vendita:

  • gli estremi identificativi delle parti: nome e cognome/ragione sociale, indirizzo, codice fiscale e partita iva di acquirente e venditore
  • la data di emissione e il numero progressivo della fattura
  • la descrizione del bene ceduto o del servizio reso
  • il compenso pattuito al netto dell’iva (imponibile)
  • l’iva applicata
  • il totale della fattura

Questo è il contenuto minimo, ma nulla vieta di inserire in fattura altre informazioni utili, ad esempio la modalità di pagamento concordata e le coordinate bancarie dove il venditore desidera ricevere il pagamento.

Alla fattura vanno poi aggiunte ulteriori informazioni se chi la emette beneficia di un regime agevolato. Infatti i contribuenti minimi e i contribuenti forfettari, non applicando l’iva in fattura,  devono indicare il motivo dell’esenzione.

Per maggiori informazioni clicca qui:

Modello fattura regime dei minimi

Modello fattura regime forfettario

Nel caso di liberi professionisti, la fattura dovrà inoltre indicare:

  • la rivalsa INPS, se applicata, oppure il contributo integrativo alla Cassa di appartenenza (obbligatorio)
  • la ritenuta d’acconto

Se si è un professionista contribuente minimo oppure forfettario, non si è soggetti a ritenuta d’acconto e pertanto va indicato il motivo dell’esenzione in fattura.

Modello fattura regime dei minimi professionisti

Modello fattura regime forfettario professionisti

 

Annunci