Regime forfettario

Il regime forfettario è un regime agevolativo introdotto con la Legge di Stabilità 2015 (Legge 190/2014).

Dapprima il nuovo regime era stato chiamato a sostituire immediatamente il vecchio regime dei minimi ex D.L. 98/2011, di cui veniva disposta l’abrogazione; alla fine, però,  il Decreto Mille Proroghe aveva disposto che per il 2015 i due regimi rimanessero ancora entrambi in vigore e tra loro alternativi.

Nel 2016 il regime dei minimi risulta abrogato e quindi l’unico regime agevolativo attualmente a disposizione del contribuente è il regime forfettario, introdotto dalla Legge 190/2014 e profondamente modificato dalla Legge di Stabilità 2016.

In breve, il nuovo regime presuppone un limite massimo di ricavi annui che varia a seconda dell’attività svolta e un coefficiente di redditività che applicato ai ricavi restituisce il reddito imponibile. I costi sostenuti, in questo regime, non risultano rilevanti ai fini della determinazione del reddito.

Al reddito imponibile calcolato forfettariamente si applica un’aliquota fissa pari al 15%, ridotta al 5% in caso di nuove iniziative produttive o professionali (per i primi 5 anni di attività). Il reddito imponibile forfettario è anche la base per il calcolo dei contributi INPS, ridotti del 35% se si è iscritti alla Gestione INPS Artigiani e Commercianti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...